24 novembre 2009

Carrettiera di pomodori alla vaniglia... perché siamo ancora vivi...

... un po impegnati, un po lontani, un po sforniti di strumenti per cucinare o per fotografare quello che cuciniamo. Ma siamo vivi.


Carrettiera di pomodoro alla vaniglia e scampo.

E' passato un bel po di tempo dall'ultimo post, e, le motivazioni sono le più varie, personalmente mi trovo a stare in un posto non adatto a cucinare, purtroppo la cucina è tenuta malissimo, e i miei sforzi solitari per mostrare ai 'coinquilini' che sia quanto meno il caso di lavare ciò che si sporca subito dopo che si è usato o comunque nelle ore seguenti non ha fino ad ora sortito nessun effetto. Quindi le incursioni in cucina sono brevi e poco fruttuose, diciamo così.
Michela so che nonostante cucini molto a casa si è ritrovata senza macchina fotografica per cui non ha potuto immortalare le sue composizioni; mi permetto di annunciare che il nuovo grande amore della nostra Miché è la pasta!! Munita di Nonna papera, ma ci racconterà lei, si è lanciata nella produzione di pasta che a sentire (purtroppo solo sentire) le ricette sembrano tutte molto interessanti. Aspettiamo quindi con impazienza il suo ritorno tra noi.
Di Manuela non ho notizie recenti, non ho neppure capito dove si trovi fisicamente in questo frangente e cosa stia facendo, ma speriamo fiduciosi di avere in ogni caso sue notizie a breve.

Ed andiamo alla ricetta di oggi, una delle pochissime cose che ho preparato in questo periodo di cattività cucinaria (si dice cucinaria? d= ).

Fusilli Garofalo con carrettiera di pomodorini datterino alla vaniglia scampo imperiale appena scottato sale Halen Mon ed un filo di olio da nocellara del Belice prodotto da Geraci.

Se vi state chiedendo cosa sia una carrettiera di pomodori continuate a leggere le poche righe qui sotto. Dicasi carrettiera di pomodori una composta "rustica" ottenuta spezzettando i pomodori interi con tutta la buccia, cotti in un pentolino a fuoco vivace.

Ma andiamo alla preparazione del piatto vero e proprio.

Per la carrettiera di pomodorini datterino alla vaniglia:
500 grammi di pomodorini datterino della zona di comiso
1 bacca di vaniglia borboun
peperoncino q.b
sale q.b
olio evo q.b

Lavare e tagliare grossolonamente i pomodorini in un pentolino. Tagliare la vaniglia per lungo recuperare i semi con la punta di un coltello e ed unirli ai pomodorini; spezzettare la bacca di vaniglia ed unire anche quella. Aggiungere ancora un pizzico di peperoncino e cuocere a fuoco vivace. Durante la cottura i pomodorini butteranno l'acqua di vegetazioni e saranno cotti nella propria acqua di vegetazione prima che sia asciugata del tutto regolate di sale. La cottura è ultima quando l'acqua di vegetazione si è asciugata ed il pomodorino risulta appassito ma ancora carnoso e sugoso. A questo punto aggiungere un filo di olio evo e porre il tutto a raffreddare. Raffreddato porre in frigo per almeno 24 ore.

Per completare il piatto:
Pasta Fusilli di Garofalo q.b
Catterriera di pomodorini alla vaniglia q.b
1 Scampo imperiale per piatto
olio evo q.b
sale Helen Mon q.b

Sgusciare e pulire lo scampo. Se non avete lo scampo potete usare anche dei bei gamberoni rossi, magari mettendone tre o quattro per piatto, dipende dalla grandezza del gamberone.
Lessare la pasta in abbondante acqua salata. Mentre cuoce la pasta scottare appena lo scampo, in vero è possibile anche lasciarlo crudo condendolo con poco sale e poco olio evo, ma ho preferito scottarlo appena per levargli quel poco di freddo da frigo.
A cottura quasi ultimata, quindi quando la pasta è ancora *molto* al dente scolare la pasta e saltare in padella su fuoco basso la pasta, un filo di olio e la carretteriera di pomodorini alla vaniglia a facendo attenzione che nessun pezzo della bacca vada nella padella o comunque nel piatto.
In ultimo impiattare ponendo la pasta e lo scampo a sormontare la montagnetta di pasta; quindi aggiungere un po di sale Helen Mon sia sulla basta che sullo scampo ed un ricordo di olio a crudo.

A presto... spero... (=

3 commenti:

cinzia cipri' ha detto...

carissimo chri, un'altra tua bella e semplice ricetta, che parla da sola, senza bisogno di fronzoli e orpelli.
Ti do' notizie io di Manuela (non manuale! ahaha).
La Manu e' rimasta a Firenze. Per ora lavora per il Four Season, quindi ha seguito i suoi sogni.
Io, a parte scrivere per www.ilmangione.it, inizio a lavorare in un nuovo progetto, che si mostra come cafe', ma di fatto sarebbe una pasticceria con cucina ed e' una bella cucina, visto che lo chef e' cristian magri, ex executive del savini.
Sono la sua cuochetta e pasticcera.
Sveglia all'alba per la pasticceria e poi via con i piatti caldi.
Iniziamo settimana prossima (incrociamo le dita! si rimanda da mesi perche' c'e' sempre qualche intoppo).
Visto? lo sapevo che finivo per fare la pasticcera! ahahha

christian ha detto...

Cinzia, non sembra male come. Fammi sapere quando aprite è provabile che con l'anno nuovo faccia qualche toccata e fuga milanese (=
(Grazie per il manuale, ho corretto, ehmmm) Comunque l'amica TUA potrebbe farsi sentire di sua sponte di tanto in tanto invece di fare la VIP d= e rompere le OO su FB con una miriade di indiozie... eheheheh.

Baci

minù ha detto...

Grandissima carognetta( e mi riferisco sicuramente a Cri) ma se quando mi faccio sentire mi dici che sei impegnato a.....E meglio che non continuo....Lo sai bene!
E poi ti potresti anche far sentire tu =oP
ANTIPATICO....
Cmq sia come dice la MIA amica Cinzia sono sempre a Firenze (se mai ti dovesse venir voglia di venirmi a trovare)un pò incasinata con gli orari dell'Hotel...Ma come dici tu "ancora viva".
A parte che quando ti piglio...Ti PICCHIO spero sempre di rivederci tutti e tre!
PS.: anche se non mi faccio sentire non vuol dire che non vi penso o che non mi mancate.
Baci a tutti