20 marzo 2009

Pappardelle broccoli e salsiccia

Pappardelle con broccoli e salsiccia

Ero a Roma con Isidoro, quando arrivata l'ora di cena ci guardiamo in faccia chiedendoci l'un l'altro: "Che ci mangiamo". Quando ad un certo punto Isidoro dice quasi perentorio: "pasta con peste di scarola!". E come potergli dire di no? L'idea era decisamente accattivante, la pasta all'uovo fatta dalla madre, la scarola dell'orto, l'olio di proprietà... insomma con ingredienti così hai poco da protestare!
Se non ché quando apriamo il freezer dove "l'erba" era ben conservata ci rendiamo conto che il sacco con la scarola non c'era, ma in compenso i broccoli ci attendevano già sbianchiti e conservati sotto ghiaccio... Ed allora manco a dirlo subito a riconvertire la nostra idea in un ottimo pesto di broccoli, lasciando qualche broccolo intero, e perché no, metterci anche vicino l'abbinamento più tipico pensabile: la salsiccia! E che salsiccia!!! Perché stiamo parlando della salsiccia di Lorella, il buonissimo maiale allevato in casa sempre dalla famiglia di Isidoro che era stato macellato pochi giorni or sono.

La ricetta, essendo una preparazione cotta e mangiata, nel vero senso della parola è senza dosi, e le proporzioni vanno realizzate ad occhio.

Pappardelle all'uovo con broccoli e salsiccia in pesto di broccoli e pecorino di fossa

Broccoli sbianchiti
Acqua minerale frizzante
Pinoli
Olio evo
Un pizzico di sale
Peperoncino fresco
Uno spicchio di aglio senza anima
Salsiccia
Pecorino di fossa

Per ottenere il bellissimo colore del pesto, anche se la foto non rende, se partite con i broccoli già sbianchiti e congelati, è sufficiente prendere dei broccoli ancora ghiacciati e metterli nel bicchiere del frullatore ad immersione insieme ad un po di acqua frizzante. Quindi frullare ed aggiungere poco a poco i pinoli, il peperoncino, l'olio e il pizzico sale continuando a frullare. Regolatevi con l'olio e l'acqua, alla fine deve venire una crema densa ma ben montata con l'olio, che sarà possibile successivamente diluire con un po di acqua di cottura per farne la salsa per il fondo e il pesto per legare gli altri ingredienti.
Ovviamente se i broccoli non li avete già congelato e sbianchiti, vanno in ogni caso sbianchiti in acqua salata e subito raffreddati in acqua ghiacciata.

Poco prima di lessare la pasta, è opportuno preparare anche i broccoli e la salsiccia. Saltare la salsiccia sbriciolata in una padella antiaderente. Quando la salsiccia è cotta aggiungere i broccoli sbianchiti e saltare tutto insieme.

A questo punto lessare la pasta. A tre quarti della cottura scolare la pasta tenendo da parte un poco di acqua di cottura, mettere due cucchiaiate di pesto nella padella con i restanti broccoli e la salsiccia allungare con l'acqua di cottura. Quindi saltare la pasta nella medesima padella aggiungendo se serve ulteriore pesto e/o ulteriore acqua.
Impiattare ponendo a specchio nel piatto un po di pesto, leggermente diluito tanto da avere la consistenza di una salsa, porre sopra un groviglio di pappardelle e finire il piatto con qualche scaglia di pecorino di fossa.



2 commenti:

mike ha detto...

ma perchè proprio l'acqua frizzante?fissa meglio il colore?poi l'anidride c.in cottura evapora giusto?....:)

christian ha detto...

Feci la stessa domanda a Fabio Baldassarre, che mi disse semplicemente che lui usava quasi per tutto acqua frizzante in cucina.
Non ho una risposta chimica, ma feci diverse prove, ed effettivamente ottieni un gusto più 'fresco' quando emulsioni con l'olio viene più 'montato'.

Oltretutto prova a prendere qualche mandorla sgusciata mettila in acqua gassatissima (san pellegrino per esempio) qualche giorno e poi assaggiala. Ottieni un qualcosa che ricorda molto la mandorla verde.