30 settembre 2008

Filetti di coregone in porchetta e patate croccanti...




Oggi giorno libero..e a dire la verità desideravo proprio che arivasse, la settimana è stata dura specialmente il sabato e la domenica, il mio rapporto con i dolci migliora, ricordo tutto quello che va nei piatti per comporli e soprattutto il biscotto al vapore è uscito dal forno in buone condizioni...il mio manfre è partito da qualche giorno e purtroppo la vita è ricominciata a scorrere come prima..siamo stati al lago di bolsena, abbiamo fatto colazione al Caffè Schenardi a Viterbo e sia io che manfro ci siamo innamorati di questo posto per la varietà e per la qualità dei prodotti...comunque ho desiderato questo giorno libero anche perchè sapevo che sarei rimasta da sola e avevo proprio voglia di stare un pò in silenzio, sola con me stessa a pensare e riflettere, guardarmi un pò intorno, ma soprattutto calma e serenità così dopo aver fatto colazione con robertina alle 7 del mattino sono andata a fare la spesa e non avendo trovato le capesante mi sono detta che era ora di comprare il coregone dato che al momento mi trovo circondata da laghi ho pensato fosse giusto adattarmi al territorio......



per 2 persone:
2 coregoni sfilettati
Un trito di rosmarino, salvia, timo, maggiorana in proporzioni variabili a seconda dei gusti
sale pepe
olio evo
un quarto di una cipolla piccola
2 pomodorini
gambi di prezzemolo
erba cipollina
2 patate
alghe
Fare soffriggere cipolla, 2 pomodorini, gambi di prezzemolo, ed erba cipollina in poco olio evo infine le lische e le teste di un coregone, aggiungere acqua e far sobollire a fuoco basso fin quando non si sarà ristretto parecchio filtrare e rimettere sul fuoco quando la salsa sarà densa aggiungere olio evo e mescolare con una frusta per emulsionare i liquidi. Mentre il brodo si restringe potete sbucciare le 2 patate e tagliarle a cubetti e metterle a cucinare in acqua fin quando non saranno quasi cotte scolarle e farle croccantare in padella con olio evo sale e pepe e se volete anche con uno spicchio d'aglio e del rosmarino...preparare i filetti (io da due filetti ho ricavato 4 involtini) togliendo la pelle e spalmando il trito di erbe, qualche granello di sale e poco pepe chiudere gli involtini con steli di erba cipollina e scottarli per pochi secondi per lato in una padella calda e unta di olio evo....

4 commenti:

nau ha detto...

Amore....
te la lascio io un'ordinazione,innanzitutto perchè la ricettina merita e lo so quanto ne vai fiera e poi per dirti:"eh mikelì meno male che ci sei tu,ma senza di te io che fo?"

christian ha detto...

Ma la verità che le ordinazioni gliele lasciano già sull'altro blog :p

Ma a parte questo noi le vogliamo bene lo stesso. E del resto senza di lei come faresti?

Io sono un po latitante ma non ho avuto modo di mettermi ai fornelli negli ultimi fine settimana. Anche se le idee da provare per fortuna non mancano. Verità la cosa che dall'inizio mi ha un po preoccupato è l'idea di iniziare a fare piatti fotocopia, troppo influenzato dallo stile dello chef del ristorante. Ma un po il fatto di essere in pasticceria, un po il fatto che cmq le idee "strampalate" non mi abbandonano per ora sto resistendo abbastanza bene (=

Baci x 2.

rita russotto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sfurlo ha detto...

Si NAU eheh dicci come lo hai configurato sto BLOG.
Pendiamo dalle tue labbra.ahahahahahahah

P.s.
A michelì ....ma come faccio IO senza di te!!!!